Universitas Mercatorum

Ateneo Telematico del Sistema delle Camere di Commercio con l’obiettivo di strutturare una offerta formativa indirizzata ad un target principale di “persone già occupate” che vogliano conseguire un titolo accademico “frequentando” i corsi on line.

Oggi Universitas Mercatorum si presenta come una “startup university” tutta italiana, caratterizzata da diversi percorsi accademici, tutti all’insegna dell’innovazione: un progetto nato dall’accordo siglato da Unioncamere con l’università telematica Pegaso per un nuovo sviluppo l’Universitas Mercatorum, l’ateneo telematico del sistema camerale. Si tratta della prima partnership pubblico-privata per la governance di un’istituzione universitaria, che nasce con l’obiettivo di assumere la leadership nella formazione delle imprese.

L’idea è quella di dare vita a percorsi accademici caratterizzati dall’innovazione, affiancati da un incubatore e acceleratore d’impresa. Corsi specifici di strategia aziendale saranno verranno dedicate all’universo delle startup: come sviluppare un’idea imprenditoriale, strategie per la commercializzazione dei prodotti, come raccogliere fondi con il crowfunding e tanto altro ancora.

ES.A.AR.CO. University ha siglato con l’Università Telematica Mercatorum  una convenzione  per la fruizione dei corsi di Laurea e dei Master.
Per tutti i convenzionati che manderanno le iscrizioni attraverso ES.A.AR.CO. University godranno dei suddetti benefici: la retta universitaria prevista per ogni anno accademico sarà di 2000 euro anziché euro 3700 per i corsi di Laurea sotto indicati.

Offerta formativa

L-18 - Classe delle lauree in Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale

Anno Insegnamento SSD CFU
2 Economia politica ii SECSP01II 8
1 Economia politica SECSP01 8
1 Economia aziendale SECSP07 12
1 Economia e gestione delle imprese SECSP08 8
1 Statistica SECSS01 8
1 Diritto privato IUS01 10
1 Lingua inglese LLIN12 4
1 Metodi quantitativi per le decisioni aziendali SECSS06I 8
2 Contabilita' e bilancio SECS07III 12
2 Diritto commerciale IUS04 10
2 Strategie d'impresa e marketing SECSP08 10
2 Statistica economica SECSS03 10
2 Internazionalizzazione delle imprese SECSP08I 10
3 Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali 6
3 Insegnamento a scelta 12
3 Finanza aziendale SECSP09 10
3 Diritto del lavoro e relazioni industriali IUS07 12
3 Economia e management dell'innovazione SECSP08II 10
3 Abilita' informatiche e telematiche INF01 4
3 SECONDA LINGUA 4
3 Prova Finale 4

Il Corso di Laurea in Gestione di Impresa appartiene alla classe delle Lauree universitarie in Scienze dell'economia e della gestione aziendale (classe L-18). Esso mira a fornire le conoscenze teoriche, metodologiche e tecnico-professionali dal punto di vista strutturale e di funzionamento delle aziende, con particolare riferimento a quelle della pubblica amministrazione, manifatturiere, high tech e commerciali. A questo fine, esso presuppone l'acquisizione di una adeguata conoscenza delle discipline aziendali, economiche, giuridiche, matematiche e statistiche; le prime rappresentano, comunque, il nucleo fondamentale degli insegnamenti impartiti e vengono declinate per aree funzionali e per settori aziendali. Il Corso intende, altresì, sviluppare negli studenti le capacità di base necessarie per interpretare i principali fenomeni economici, analizzare i fenomeni aziendali e utilizzare i più diffusi strumenti applicabili ai processi gestionali.

Coerentemente con questa impostazione, il corso di laurea propone un percorso formativo strutturato come segue.

Il primo anno peraltro comune qualora si attivassero curricula - si caratterizza per insegnamenti culturali di base, rispettivamente riconducibili all'area dell'economia politica (focus macroeconomia), dell'economia aziendale, del diritto privato e della statistica. Inoltre, è previsto il sostenimento di due prove di idoneità, rispettivamente di lingua inglese e di informatica. In questo modo, il primo anno vengono "gettate" le basi delle principali traiettorie culturali e professionali che saranno sviluppate negli anni successivi.

Il secondo anno presenta un'articolazione di maggior approfondimento rispetto alle aree culturali indicate nell'anno antecedente. L'area aziendale trova sviluppi funzionali nelle discipline, tra l'altro, di controllo di gestione, di marketing e direzione d'impresa. L'area dell'economia politica approfondisce, tra l'altro, i temi della microeconomia. L'area matematico-statistica offre insegnamenti di statistica economica. Nell'area giuridica trovano collocazione gli insegnamenti di diritto commerciale e di diritto del lavoro. Opportune differenziazioni potranno essere inoltre, previste, in termini di insegnamenti, nel secondo anno, a seconda dell'attivazione dei percorsi currculari: l'uno focalizzato su marketing e l'altro su amministrazione e controllo.

Infine, il terzo anno prevede una marcata differenziazione a seconda del curriculum scelto dallo studente e degli insegnamenti a scelta previsti nel suo piano di studi. A seconda dei percorsi curriculari scelti, lo studente affronta discipline diverse, la tutela dei consumatori e le relative politiche di marketing, i sistemi di gestione per le aziende family business, i sistemi informativi aziendali, le ricerche di mercato.

Complessivamente, grazie a questa impostazione, il laureato alla fine del percorso formativo disporrà di conoscenze fondamentali rispetto:

  • meccanismi di funzionamento dei sistemi di controllo economico-finanziario delle aziende;
  • aree funzionali della produzione, dell'organizzazione, del marketing;
  • comprensione della struttura economica, del funzionamento delle istituzioni e dei mercati monetari e finanziari;
  • all'espletamento di professioni che richiedono un'adeguata padronanza della strumentazione giuridica;
  • il ruolo del settore pubblico, delle logiche e delle problematiche che tipicamente ispirano e caratterizzano il funzionamento delle aziende e delle amministrazioni pubbliche.

La distribuzione dei Crediti tiene conto delle indicazioni contenute nella Convenzione tra MIUR e Ordine Nazionale dei Dottori Commercialisti del 2010. E' previsto uno stage obbligatorio al termine del percorso formativo, che grazie all'appartenenza dell'Ateneo al Sistema Camerale, potrà anche essere svolto in strutture estere, valorizzando la rete delle Camere di Commercio Italiane all'Estero.

Al termine del percorso formativo, il laureato:

  • possiede adeguate conoscenze di base della matematica, della statistica, dell'economia politica, dell'economia aziendale e del diritto;
  • conosce i principali metodi di indagine propri delle scienze dell'economia e della gestione aziendale;
  • è in grado di acquisire informazioni fondamentali per interpretare i fenomeni economici e per analizzare i fenomeni aziendali;
  • è in grado di applicare i principali strumenti per la gestione aziendale e possiede competenze professionali avanzate per esercitare specifiche funzioni aziendali o per svolgere attività nell'ambito di specifici settori (manifatturiero, commerciale, high tech, ecc..);
  • è in grado di comunicare oralmente e per scritto in lingua inglese ed è in grado di avvalersi dei principali strumenti che fanno uso delle nuove tecnologie della comunicazione e dell'informatica;
  • possiede gli strumenti cognitivi di base per lo sviluppo e l'aggiornamento delle conoscenze acquisite.

La Laurea in Gestione d’Impresa prepara ad un ampio spettro di professioni nell’ambito della gestione aziendale. In particolare i principali sbocchi occupazionali possono essere così individuati:

  • imprese manifatturiere, imprese di servizi e pubblica amministrazione per amministrazione e finanza;
  • organizzazione e automazione dei sistemi produttivi;
  • logistica, project management' e controllo di gestione;
  • analisi di settori industriali;
  • valutazione degli investimenti;
  • marketing' industriale.

Relativamente al Corso di Laurea in oggetto, è da notare come i dati Excelsior (fonte: Unioncamere-Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior) mostrino, negli anni 2011 e 2012, un'alta propensione delle imprese ad assumere risorse qualificate nell’ambito dell’amministrazione aziendale.

Gli studenti accedono agli insegnamenti previsti dal proprio piano di studi in ragione di un anno accademico per volta.

Richiesta l'attivazione della disciplina, l'allievo troverà sul suo tavolo di lavoro le lezioni preparate dal suo professore e più esattamente:

  1. Lezioni redatte come ipertesti e quindi con parole sensibili (cliccabili) che rinviano a pagine integrative. Queste pagine possono configurarsi come pagine di approfondimento, sezioni di un lessico esplicativo, schede di presentazione di alcuni autori, etc. a seconda della specificità di ciascuna materia. La struttura di ipertesto consente di riprendere questi approfondimenti in qualunque parte del programma e rende più ampio e fruibile quanto il Docente ha predisposto per l'allievo.
  2. Supporti didattici organizzati in schemi.
  3. Video lezioni attraverso le quali l'allievo potrà assistere a lezioni registrate (audio-video). La regia didattica associa le video lezioni ai supporti in PowerPoint.
  4. Esercizi per la verifica dell'apprendimento, collegati alle lezioni con meccanismi di autocorrezione. E' indispensabili seguirli per passare alla lezione successiva.

Tutto il materiale di cui alle lettere A, B, C, D, fa parte della cosiddetta didattica erogativa ed è più o meno vasto in ragione del numero di crediti attributo alla disciplina di riferimento.

Quando l'allievo accede alla prima lezione di una determinata disciplina, viene automaticamente iscritto ad una classe. Ogni classe è contraddistinta da una sigla seguita dall'anno in cui è avvenuta l'iscrizione alla classe.

Ogni allevo fruisce, oltre che della didattica erogativa, anche della didattica interattiva.

La didattica interattiva viene organizzata per gruppi appartenenti alla medesima classe e può prevedere:

  1. Esercitazioni guidate (sia in sincrono, che asincrono)
  2. Videoconferenze didattiche
  3. Discussioni su sollecitazioni provenienti dagli stessi allievi
  4. Commento e discussione di parti integrative dell'ipertesto
  5. Esplicitazione di nodi problematici della materia trattata
  6. Temi ripresi da FAQ
  7. Chiarimenti ed approfondimenti
  8. Interventi di valutazione formativa
  9. Altre modalità.

Nell'ambito della didattica interattiva sono anche previsti:

  1. L'accesso e la partecipazione a Blog dedicati ai temi del corso di studio
  2. La partecipazione a circuiti di richieste a supporto dell'apprendimento
  3. Interventi di feedback
  4. Simulazione di esercizi
  5. Altre modalità.

La durata del Corso di Laurea è di tre anni per un totale di 180 crediti.

PROVA FINALE
Al termine del percorso di studi e dopo aver superato le prove d’esame, l’Universitas Mercatorum rilascia allo studente il titolo accademico che ha il medesimo valore legale di quello rilasciato dalle Università tradizionali.

L’Universitas Mercatorum promuove stage curriculari ed extracurriculari per i propri studenti e laureati. Tale opportunità viene impreziosita dalla stretta connessione tra le Camere di Commercio Italiane, in grado di individuare le aziende più conformi al proprio percorso di studio. Per ogni stage è previsto un progetto formativo su misura che individua gli obiettivi formativi e ne definisce modalità di svolgimento, nonché la durata dello stage stesso.

STAGE CURRICULARI

Gli stage curriculari sono quelli con esplicita finalità formativa, la cui durata è stabilita dal piano di studi e prevedono il riconoscimento di un numero di crediti formativi universitari (CFU).

GLI STAGE FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO EXTRACURRICULARI

Gli stage formativi e di orientamento (o extracurriculari) sono espressamente finalizzati ad agevolare le scelte professionali dei giovani, attraverso una formazione in ambiente produttivo e una conoscenza diretta del mondo del lavoro. Tali stage sono destinati a soggetti che hanno conseguito uno dei seguenti titoli di studio entro e non oltre i 12 mesi: laurea triennale, laurea magistrale, master universitario di I e II livello, dottorato di ricerca. La durata dello stage non può superare i 6 mesi, proroghe comprese, e al partecipante deve essere riconosciuta un’indennità di partecipazione minima mensile che varia a seconda della regione sede di svolgimento dello stage

L-18 – Classe delle lauree in Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale

Anno Insegnamento SSD CFU
2 Economia politica ii SECSP01II 8
1 Economia politica SECSP01 8
1 Economia aziendale SECSP07 12
1 Economia e gestione delle imprese SECSP08 8
1 Statistica SECSS01 8
1 Diritto privato IUS01 10
1 Lingua inglese LLIN12 4
1 Metodi quantitativi per le decisioni aziendali SECSS06I 8
2 Contabilita' e bilancio SECS07III 12
2 Diritto commerciale IUS04 10
2 Strategie d'impresa e marketing SECSP08 10
2 Statistica economica SECSS03 10
2 Internazionalizzazione delle imprese SECSP08I 10
3 Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali 6
3 Insegnamento a scelta 12
3 Finanza aziendale SECSP09 10
3 Diritto del lavoro e relazioni industriali IUS07 12
3 Economia e management dell'innovazione SECSP08II 10
3 Abilita' informatiche e telematiche INF01 4
3 SECONDA LINGUA 4
3 Prova Finale 4

Il Corso di Laurea in Gestione di Impresa appartiene alla classe delle Lauree universitarie in Scienze dell’economia e della gestione aziendale (classe L-18). Esso mira a fornire le conoscenze teoriche, metodologiche e tecnico-professionali dal punto di vista strutturale e di funzionamento delle aziende, con particolare riferimento a quelle della pubblica amministrazione, manifatturiere, high tech e commerciali. A questo fine, esso presuppone l’acquisizione di una adeguata conoscenza delle discipline aziendali, economiche, giuridiche, matematiche e statistiche; le prime rappresentano, comunque, il nucleo fondamentale degli insegnamenti impartiti e vengono declinate per aree funzionali e per settori aziendali. Il Corso intende, altresì, sviluppare negli studenti le capacità di base necessarie per interpretare i principali fenomeni economici, analizzare i fenomeni aziendali e utilizzare i più diffusi strumenti applicabili ai processi gestionali.

Coerentemente con questa impostazione, il corso di laurea propone un percorso formativo strutturato come segue.

Il primo anno peraltro comune qualora si attivassero curricula – si caratterizza per insegnamenti culturali di base, rispettivamente riconducibili all’area dell’economia politica (focus macroeconomia), dell’economia aziendale, del diritto privato e della statistica. Inoltre, è previsto il sostenimento di due prove di idoneità, rispettivamente di lingua inglese e di informatica. In questo modo, il primo anno vengono “gettate” le basi delle principali traiettorie culturali e professionali che saranno sviluppate negli anni successivi.

Il secondo anno presenta un’articolazione di maggior approfondimento rispetto alle aree culturali indicate nell’anno antecedente. L’area aziendale trova sviluppi funzionali nelle discipline, tra l’altro, di controllo di gestione, di marketing e direzione d’impresa. L’area dell’economia politica approfondisce, tra l’altro, i temi della microeconomia. L’area matematico-statistica offre insegnamenti di statistica economica. Nell’area giuridica trovano collocazione gli insegnamenti di diritto commerciale e di diritto del lavoro. Opportune differenziazioni potranno essere inoltre, previste, in termini di insegnamenti, nel secondo anno, a seconda dell’attivazione dei percorsi currculari: l’uno focalizzato su marketing e l’altro su amministrazione e controllo.

Infine, il terzo anno prevede una marcata differenziazione a seconda del curriculum scelto dallo studente e degli insegnamenti a scelta previsti nel suo piano di studi. A seconda dei percorsi curriculari scelti, lo studente affronta discipline diverse, la tutela dei consumatori e le relative politiche di marketing, i sistemi di gestione per le aziende family business, i sistemi informativi aziendali, le ricerche di mercato.

Complessivamente, grazie a questa impostazione, il laureato alla fine del percorso formativo disporrà di conoscenze fondamentali rispetto:

  • meccanismi di funzionamento dei sistemi di controllo economico-finanziario delle aziende;
  • aree funzionali della produzione, dell’organizzazione, del marketing;
  • comprensione della struttura economica, del funzionamento delle istituzioni e dei mercati monetari e finanziari;
  • all’espletamento di professioni che richiedono un’adeguata padronanza della strumentazione giuridica;
  • il ruolo del settore pubblico, delle logiche e delle problematiche che tipicamente ispirano e caratterizzano il funzionamento delle aziende e delle amministrazioni pubbliche.

La distribuzione dei Crediti tiene conto delle indicazioni contenute nella Convenzione tra MIUR e Ordine Nazionale dei Dottori Commercialisti del 2010. E’ previsto uno stage obbligatorio al termine del percorso formativo, che grazie all’appartenenza dell’Ateneo al Sistema Camerale, potrà anche essere svolto in strutture estere, valorizzando la rete delle Camere di Commercio Italiane all’Estero.

Al termine del percorso formativo, il laureato:

  • possiede adeguate conoscenze di base della matematica, della statistica, dell’economia politica, dell’economia aziendale e del diritto;
  • conosce i principali metodi di indagine propri delle scienze dell’economia e della gestione aziendale;
  • è in grado di acquisire informazioni fondamentali per interpretare i fenomeni economici e per analizzare i fenomeni aziendali;
  • è in grado di applicare i principali strumenti per la gestione aziendale e possiede competenze professionali avanzate per esercitare specifiche funzioni aziendali o per svolgere attività nell’ambito di specifici settori (manifatturiero, commerciale, high tech, ecc..);
  • è in grado di comunicare oralmente e per scritto in lingua inglese ed è in grado di avvalersi dei principali strumenti che fanno uso delle nuove tecnologie della comunicazione e dell’informatica;
  • possiede gli strumenti cognitivi di base per lo sviluppo e l’aggiornamento delle conoscenze acquisite.

La Laurea in Gestione d’Impresa prepara ad un ampio spettro di professioni nell’ambito della gestione aziendale. In particolare i principali sbocchi occupazionali possono essere così individuati:

  • imprese manifatturiere, imprese di servizi e pubblica amministrazione per amministrazione e finanza;
  • organizzazione e automazione dei sistemi produttivi;
  • logistica, project management’ e controllo di gestione;
  • analisi di settori industriali;
  • valutazione degli investimenti;
  • marketing’ industriale.

Relativamente al Corso di Laurea in oggetto, è da notare come i dati Excelsior (fonte: Unioncamere-Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior) mostrino, negli anni 2011 e 2012, un’alta propensione delle imprese ad assumere risorse qualificate nell’ambito dell’amministrazione aziendale.

Gli studenti accedono agli insegnamenti previsti dal proprio piano di studi in ragione di un anno accademico per volta.

Richiesta l’attivazione della disciplina, l’allievo troverà sul suo tavolo di lavoro le lezioni preparate dal suo professore e più esattamente:

  1. Lezioni redatte come ipertesti e quindi con parole sensibili (cliccabili) che rinviano a pagine integrative. Queste pagine possono configurarsi come pagine di approfondimento, sezioni di un lessico esplicativo, schede di presentazione di alcuni autori, etc. a seconda della specificità di ciascuna materia. La struttura di ipertesto consente di riprendere questi approfondimenti in qualunque parte del programma e rende più ampio e fruibile quanto il Docente ha predisposto per l’allievo.
  2. Supporti didattici organizzati in schemi.
  3. Video lezioni attraverso le quali l’allievo potrà assistere a lezioni registrate (audio-video). La regia didattica associa le video lezioni ai supporti in PowerPoint.
  4. Esercizi per la verifica dell’apprendimento, collegati alle lezioni con meccanismi di autocorrezione. E’ indispensabili seguirli per passare alla lezione successiva.

Tutto il materiale di cui alle lettere A, B, C, D, fa parte della cosiddetta didattica erogativa ed è più o meno vasto in ragione del numero di crediti attributo alla disciplina di riferimento.

Quando l’allievo accede alla prima lezione di una determinata disciplina, viene automaticamente iscritto ad una classe. Ogni classe è contraddistinta da una sigla seguita dall’anno in cui è avvenuta l’iscrizione alla classe.

Ogni allevo fruisce, oltre che della didattica erogativa, anche della didattica interattiva.

La didattica interattiva viene organizzata per gruppi appartenenti alla medesima classe e può prevedere:

  1. Esercitazioni guidate (sia in sincrono, che asincrono)
  2. Videoconferenze didattiche
  3. Discussioni su sollecitazioni provenienti dagli stessi allievi
  4. Commento e discussione di parti integrative dell’ipertesto
  5. Esplicitazione di nodi problematici della materia trattata
  6. Temi ripresi da FAQ
  7. Chiarimenti ed approfondimenti
  8. Interventi di valutazione formativa
  9. Altre modalità.

Nell’ambito della didattica interattiva sono anche previsti:

  1. L’accesso e la partecipazione a Blog dedicati ai temi del corso di studio
  2. La partecipazione a circuiti di richieste a supporto dell’apprendimento
  3. Interventi di feedback
  4. Simulazione di esercizi
  5. Altre modalità.

La durata del Corso di Laurea è di tre anni per un totale di 180 crediti.

L’Universitas Mercatorum promuove stage curriculari ed extracurriculari per i propri studenti e laureati. Tale opportunità viene impreziosita dalla stretta connessione tra le Camere di Commercio Italiane, in grado di individuare le aziende più conformi al proprio percorso di studio. Per ogni stage è previsto un progetto formativo su misura che individua gli obiettivi formativi e ne definisce modalità di svolgimento, nonché la durata dello stage stesso.

STAGE CURRICULARI

Gli stage curriculari sono quelli con esplicita finalità formativa, la cui durata è stabilita dal piano di studi e prevedono il riconoscimento di un numero di crediti formativi universitari (CFU).

GLI STAGE FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO EXTRACURRICULARI

Gli stage formativi e di orientamento (o extracurriculari) sono espressamente finalizzati ad agevolare le scelte professionali dei giovani, attraverso una formazione in ambiente produttivo e una conoscenza diretta del mondo del lavoro. Tali stage sono destinati a soggetti che hanno conseguito uno dei seguenti titoli di studio entro e non oltre i 12 mesi: laurea triennale, laurea magistrale, master universitario di I e II livello, dottorato di ricerca. La durata dello stage non può superare i 6 mesi, proroghe comprese, e al partecipante deve essere riconosciuta un’indennità di partecipazione minima mensile che varia a seconda della regione sede di svolgimento dello stage.

L-15 - Classe delle lauree in Scienze del Turismo

Anno Insegnamento SSD CFU
1 Economia internazionale SECSP01 8
1 Destination management SECSP08 10
1 Geografia economica MGGR02 8
1 Economia aziendale SECSP07 12
1 Diritto privato IUS01 8
1 Diritto del lavoro IUS07 8
2 Organizzazione e risorse umane SECSP10I 8
2 Economia dei territori e made in italy AGR01 8
2 Diritto commerciale IUS04 8
2 Statistica economica per il turismo SECSS03 8
2 Programmazione e controllo delle imprese turistiche SECSP07I 12
2 Storia dell'arte contemporanea LART03 8
2 Sociologia dei processi economici SPS09 8
3 Insegnamento a scelta 12
3 Comunicazione e nuovi media LART06 8
3 Brand management SECSP08I 10
3 Diritto pubblico IUS09 8
3 Lingua inglese LLIN12 6
3 Abilita' informatiche e telematiche INF01 6
3 Lingua spagnola LLIN07 6
3 Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali 6
3 Prova Finale 4

Il profilo professionale e culturale del laureato si incentra sulla formazione di figure professionali, manageriali e imprenditoriali. Dette figure posseggono sia conoscenze di management, che competenze a livello di rete e di sistema. Queste competenze consentono di confrontarsi con gli ormai necessari approcci alla gestione sistemica delle realtà che caratterizzano tutti i business del settore turistico, nonché di acquisire le conoscenze tecnologiche e informatiche necessarie ad un approccio gestionale innovativo.

Il profilo professionale si compone di due macro-componenti culturali che devono interagire tra loro. Una prima componente è legata alle competenze manageriali (gestione economico-finanziaria, marketing, gestione delle risorse umane, organizzazione, controllo di gestione, etc.), necessarie da possedere per svolgere il ruolo e per avere maggiore chance di occupabilità. Questo primo aspetto va poi collocato nel settore specifico e quindi il profilo professionale si deve arricchire di competenze e di conoscenze che legano il settore turismo ad altre componenti socio-territoriali e culturali (storia dell'architettura, storia dell'arte, discipline dello spettacolo, etc.). L'integrazione tra queste due componenti di profilo consente al profilo stesso di caratterizzarsi determinando un profilo composito più attrezzato per affrontare le complesse dinamiche del settore turistico anche come leva strategica per la tutela del "Made in Italy".

Competenze professionali di carattere pratico verranno acquisite dagli studenti del Corso sia tramite lo studio di discipline di carattere economico e gestionale, sia mediante tirocini formativi e di orientamento e stages presso strutture convenzionate, nel corso dei quali gli studenti, sotto la guida e la responsabilità dei docenti e di personale selezionato, potranno intraprendere un percorso di avvicinamento alle problematiche lavorative del settore.

In relazione a quanto affermato nel precedente punto gli obiettivi formativi individuati per il Corso di Laurea sono:

  • possedere conoscenze di base delle discipline economiche, gestionali, statistiche, geografiche, sociologiche e giuridiche, nonché negli ambiti culturali propri della Facoltà di Lettere e Filosofia;
  • conoscere approfonditamente le problematiche gestionali delle imprese del settore turistico;
  • acquisire competenze anche di tipo informatico, trattandosi di un settore ad alto contenuto tecnologico, sia nel management interno che nelle relazioni di filiera;
  • acquisire competenze nella realizzazione di ricerche, rilevazioni ed elaborazioni di dati quantitativi ed informazioni qualitative;
  • acquisire conoscenze e competenze specifiche in materia di organizzazione turistica, a livello nazionale ed internazionale;
  • conoscere alcuni aspetti relativi ai beni culturali, allo spettacolo, all'archeologia, etc., che possano completare la preparazione e capacità organizzativa di eventi e prodotti/servizi complessi, finalizzati anche alla comunicazione ed alla gestione dell'informazione;
  • essere in grado di utilizzare almeno due lingue, in forma scritta ed orale, dell'Unione Europea oltre all'italiano;
  • essere in possesso di adeguate conoscenze che permettano l'uso degli strumenti informatici, necessari nell'ambito specifico di competenza per lo scambio di informazioni generali.

La laurea in Scienze del Turismo prepara ad un ampio spettro di professioni nel settore turistico, con specifica indicazione del turismo culturale che è risorsa importante del territorio in cui il corso si colloca, ma non limitatamente ad esso. Relativamente al Corso di Laurea in oggetto, è da notare come i dati Excelsior (fonte: Unioncamere-Ministero del Lavoro, Sistema Informativo Excelsior) mostrino, negli anni 2011 e 2012, un'alta propensione delle imprese del turismo ad assumere. In particolare, negli ultimi due anni, l'incidenza percentuale delle assunzioni nel settore dell'industria e dei servizi è stata rispettivamente del 22,5% e del 14,4%.
I laureati del corso potranno così accedere a professioni nell'ambito di strutture recettive, cooperative di servizi, agenzie di viaggio, tour operators, agenzie di eventi, parchi, aziende agrituristiche.

Gli studenti accedono agli insegnamenti previsti dal proprio piano di studi in ragione di un anno accademico per volta.

Richiesta l'attivazione della disciplina, l'allievo troverà sul suo tavolo di lavoro le lezioni preparate dal suo professore e più esattamente:

  1. Lezioni redatte come ipertesti e quindi con parole sensibili (cliccabili) che rinviano a pagine integrative. Queste pagine possono configurarsi come pagine di approfondimento, sezioni di un lessico esplicativo, schede di presentazione di alcuni autori, etc. a seconda della specificità di ciascuna materia. La struttura di ipertesto consente di riprendere questi approfondimenti in qualunque parte del programma e rende più ampio e fruibile quanto il Docente ha predisposto per l'allievo.
  2. Supporti didattici organizzati in schemi.
  3. Video lezioni attraverso le quali l'allievo potrà assistere a lezioni registrate (audio-video). La regia didattica associa le video lezioni ai supporti in PowerPoint.
  4. Esercizi per la verifica dell'apprendimento, collegati alle lezioni con meccanismi di autocorrezione. E' indispensabili seguirli per passare alla lezione successiva.

Tutto il materiale di cui alle lettere A, B, C, D, fa parte della cosiddetta didattica erogativa ed è più o meno vasto in ragione del numero di crediti attributo alla disciplina di riferimento.

Quando l'allievo accede alla prima lezione di una determinata disciplina, viene automaticamente iscritto ad una classe. Ogni classe è contraddistinta da una sigla seguita dall'anno in cui è avvenuta l'iscrizione alla classe.

Ogni allevo fruisce, oltre che della didattica erogativa, anche della didattica interattiva.

La didattica interattiva viene organizzata per gruppi appartenenti alla medesima classe e può prevedere:

  1. Esercitazioni guidate (sia in sincrono, che asincrono)
  2. Videoconferenze didattiche
  3. Discussioni su sollecitazioni provenienti dagli stessi allievi
  4. Commento e discussione di parti integrative dell'ipertesto
  5. Esplicitazione di nodi problematici della materia trattata
  6. Temi ripresi da FAQ
  7. Chiarimenti ed approfondimenti
  8. Interventi di valutazione formativa
  9. Altre modalità.

Nell'ambito della didattica interattiva sono anche previsti:

  1. L'accesso e la partecipazione a Blog dedicati ai temi del corso di studio
  2. La partecipazione a circuiti di richieste a supporto dell'apprendimento
  3. Interventi di feedback
  4. Simulazione di esercizi
  5. Altre modalità.

La durata del Corso di Laurea è di tre anni per un totale di 180 crediti.

PROVA FINALE
Al termine del percorso di studi e dopo aver superato le prove d’esame, l’Universitas Mercatorum rilascia allo studente il titolo accademico che ha il medesimo valore legale di quello rilasciato dalle Università tradizionali.

L’Universitas Mercatorum promuove stage curriculari ed extracurriculari per i propri studenti e laureati. Tale opportunità viene impreziosita dalla stretta connessione tra le Camere di Commercio Italiane, in grado di individuare le aziende più conformi al proprio percorso di studio. Per ogni stage è previsto un progetto formativo su misura che individua gli obiettivi formativi e ne definisce modalità di svolgimento, nonché la durata dello stage stesso.
STAGE CURRICULARI
Gli stage curriculari sono quelli con esplicita finalità formativa, la cui durata è stabilita dal piano di studi e prevedono il riconoscimento di un numero di crediti formativi universitari (CFU).
GLI STAGE FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO EXTRACURRICULARI

Gli stage formativi e di orientamento (o extracurriculari) sono espressamente finalizzati ad agevolare le scelte professionali dei giovani, attraverso una formazione in ambiente produttivo e una conoscenza diretta del mondo del lavoro. Tali stage sono destinati a soggetti che hanno conseguito uno dei seguenti titoli di studio entro e non oltre i 12 mesi: laurea triennale, laurea magistrale, master universitario di I e II livello, dottorato di ricerca. La durata dello stage non può superare i 6 mesi, proroghe comprese, e al partecipante deve essere riconosciuta un’indennità di partecipazione minima mensile che varia a seconda della regione sede di svolgimento dello stage.

LM-77  - Classe delle lauree magistrali in Scienze Economico-aziendali

Anno Insegnamento SSD CFU
1 Principi contabili SECSP07 12
1 Statistica aziendale SECSS03I 10
1 Diritto fallimentare IUS04 10
1 Politica economica SECSP02 12
1 Programmazione e controllo SECSP07I 10
1 Business english LLIN12I 8
2 Organizzazione e sviluppo delle risorse umane SECSP10I 10
2 Business planning SECSP07 6
2 Diritto tributario IUS12 6
2 Diritto commerciale avanzato IUS04I 10
2 Insegnamento a scelta 8
2 Per stages e tirocini presso imprese, enti pubblici o privati, ordini professionali 6
2 Prova Finale 12

Il Corso di Laurea Magistrale in Management consente ai suoi laureati di acquisire avanzate conoscenze in tema di governo e gestione delle aziende, tramite una solida formazione teorica e applicata, nonché sviluppando conoscenze interdisciplinari su materie aziendali, economiche, quantitative e giuridiche, che mettano in grado lo studente di agire nel contesto aziendale utilizzando i principali strumenti applicabili ai processi gestionali e alle funzioni aziendali, ma anche interpretando correttamente gli effetti dei fenomeni economici dell'ambiente esterno sul sistema aziendale.

Il percorso formativo si articola nelle seguenti aree:

  1. gli insegnamenti dell'area aziendale, che mirano a sviluppare capacità e strumenti per l'analisi economica e finanziaria dei fenomeni aziendali;
  2. gli insegnamenti dell'area giuridica, orientati sulla regolazione delle attività d'impresa, che consentono di presidiare la relazione tra attività economica e contesto regolamentare;
  3. gli insegnamenti dell'area economica e statistica, che completano la capacità di lettura delle dinamiche competitive che si sviluppano in relazione all'evoluzione del contesto economico e del tessuto sociale.

Gli insegnamenti a scelta completano la preparazione dello studente orientandolo verso le professioni o verso una formazione manageriale che non trascuri conoscenze sociologiche ed informatiche.

Il percorso di studio, al fine di favorire un inserimento "informato" e aperto nel mondo del lavoro, è arricchito dallo studio approfondito e interattivo di una lingua straniera e dalla realizzazione di tirocini presso studi professionali o aziende, che offrono la possibilità di ottenere una parte dei crediti formativi necessari per conseguire il titolo di studio. In particolare, il Corso di Laurea sviluppa un approccio analitico alle tematiche aziendali e la capacità di problem solving. Gli studenti acquisiscono pertanto autonomia:

  • nell'individuare le esigenze aziendali rilevanti;
  • nel definire un approccio analitico appropriato per le situazioni decisionali;
  • nel prospettare potenziali utili soluzioni e innovazioni, valutando in modo attento ed integrato le implicazioni sia di primo (tecniche) che di secondo (strategiche e organizzative) ordine che da esse possono scaturire, creando così le premesse per l'efficace implementazione delle decisioni.

I laureati magistrali possono così interfacciarsi con manager anche di alto livello, comprendono la rilevanza sistemica dei compiti assegnati e restituiscono utili suggerimenti o risultati derivati grazie alla loro autonoma capacità di giudizio e alla loro iniziativa. La capacità di individuare e definire con precisione i problemi acquisisce per i laureati magistrali rilevanza pari a quella di problem solving. A sua volta, quest'ultima deve intendersi non limitata alla sola dimensione tecnica ma estesa anche a quella socio-relazionale nella consapevolezza che il management è una disciplina tecnica da applicarsi in un contesto sociale.

Il corpo di conoscenze e competenze comuni sviluppa:

  • la capacità di lettura sia del contesto economico dettato dalla congiuntura e dalle politiche economiche, sia delle dinamiche competitive che si sviluppano nelle diverse forme di mercato. Grazie a tale capacità, gli studenti possono sviluppare analisi di scenario utili per finalizzare scelte di posizionamento strategico (ad esempio, scelte "make or buy", politiche di "capital structure", opzioni di crescita "interna" piuttosto che "esterna") e di gestione operativa (ad esempio, il ricorso alle leve di marketing, la selezione di finanziamenti più convenienti per profilo di costo e rischio, le politiche di gestione delle risorse);
  • la capacità di analisi dei dati e di modellistica delle relazioni tra variabili rilevanti, mediante l'uso di tecniche quantitative che supportano un informato, rigoroso ed efficace processo decisionale (es. analisi economico-finanziaria di bilancio, modelli statistici per le decisioni aziendali);
  • la comprensione delle regole e delle dinamiche del governo societario ai livelli apicali, al fine di interpretare in modo corretto i problemi connessi alla gestione del nesso di rapporti tra i diversi portatori d'interessi presenti in azienda, secondo una visione sia contrattualistica, sia gerarchica di quest'ultima;
  • la conoscenza del quadro normativo rilevante per le competenze gestionali specifiche che lo studente si propone di sviluppare L'acquisizione di conoscenze avviene con metodologie attive che rendono lo studente protagonista di un processo di apprendimento piuttosto che partecipe di un processo d'insegnamento e garantiscono un livello di istruzione avanzato volto a permettere l'esercizio di attività professionali o direzionali altamente qualificate nei contesti aziendali.

In particolare, gli strumenti didattici utilizzati per conseguire tali obiettivi sono basati sull'utilizzo di tecnologie avanzate che consentono la fruizione dei materiali didattici da una piattaforma informatica in grado di affiancare alla efficacia didattica ed alla ricchezza contenutistica momenti di confronto e dibattito mediante forum con docenti e colleghi e momenti interattivi in grado di generare un processo di apprendimento dinamico e partecipato. Tra gli strumenti utilizzati si ricorda l'approccio didattico basato sull'analisi di case studies, nonché il ricorso a testimonianze ed interviste con interlocutori qualificati provenienti dal mondo dell'impresa e delle professioni.

Infine, riconoscendo la rilevanza globale dei temi manageriali e la natura sempre più internazionale delle carriere, il percorso formativo si popone di fare della dimensione internazionale una propria cifra caratteristica, offrendo la possibilità di:

  • favorire stages all'estero grazie alla rete delle Camere di Commercio italiane all'estero;
  • promuovere e sostenere una forte mobilità internazionale degli studenti nelle sue diverse forme (scambi, summer school abroad, internship).

Il corpo di conoscenze e competenze comuni sviluppa:

  • la capacità di lettura sia del contesto economico dettato dalla congiuntura e dalle politiche economiche, sia delle dinamiche competitive che si sviluppano nelle diverse forme di mercato. Grazie a tale capacità, gli studenti possono sviluppare analisi di scenario utili per finalizzare scelte di posizionamento strategico (ad esempio, scelte "make or buy", politiche di "capital structure", opzioni di crescita "interna" piuttosto che "esterna") e di gestione operativa (ad esempio, il ricorso alle leve di marketing, la selezione di finanziamenti più convenienti per profilo di costo e rischio, le politiche di gestione delle risorse);
  • la capacità di analisi dei dati e di modellistica delle relazioni tra variabili rilevanti, mediante l'uso di tecniche quantitative che supportano un informato, rigoroso ed efficace processo decisionale;
  • la comprensione delle regole e delle dinamiche del governo societario ai livelli apicali, al fine di interpretare in modo corretto i problemi connessi alla gestione del nesso di rapporti tra i diversi portatori d'interessi presenti in azienda, secondo una visione sia contrattualistica, sia gerarchica di quest'ultima
  • la conoscenza del quadro normativo rilevante per le competenze gestionali specifiche che lo studente si propone di sviluppare.

Al fine di favorire un inserimento "informato" nel mondo del lavoro, il Corso di Laurea Magistrale offre la possibilità di ottenere parte dei crediti formativi necessari per conseguire il titolo di studio impegnandosi in un tirocinio formativo di rilevanza e impegno minimo definito nel Regolamento Didattico del Corso.

Infine, riconoscendo la rilevanza globale dei temi manageriali e la natura sempre più internazionale delle carriere, il percorso formativo si popone di fare della dimensione internazionale una propria cifra caratteristica ritenendo la possibilità di:

  • favorire stages all'estero grazie alla rete delle Camere di Commercio italiane all'estero;
  • promuovere e sostenere una forte mobilità internazionale degli studenti nelle sue diverse forme (scambi, summer school abroad, internship).

I laureati del corso sono destinati, in genere, a svolgere attività in imprese, banche, intermediari finanziari, amministrazioni pubbliche ed enti no profit dove saranno coinvolti prevalentemente in funzioni di general management, project management, finanza, marketing, amministrazione e controllo e processi d'internazionalizzazione.
Al contempo, essi sono dotati di tutte le competenze necessarie per perseguire con successo carriere libero professionali di consulenza economico aziendale. Tra esse rientra anche l'attività del dottore commercialista e dell'esperto contabile, professione accessibile solo previa iscrizione nell'apposito albo: essendo il presente corso coerente con le disposizioni contenute nella Convenzione del 2010 tra MIUR e Ordine Nazionale dei Dottori Commercialisti potrà essere consentito l'accesso diretto senza il periodo di praticantato per i laureati che abbiano conseguito la laurea triennale nelle classi L18 e L33.

Gli studenti accedono agli insegnamenti previsti dal proprio piano di studi in ragione di un anno accademico per volta.

Richiesta l'attivazione della disciplina, l'allievo troverà sul suo tavolo di lavoro le lezioni preparate dal suo professore e più esattamente:

  1. Lezioni redatte come ipertesti e quindi con parole sensibili (cliccabili) che rinviano a pagine integrative. Queste pagine possono configurarsi come pagine di approfondimento, sezioni di un lessico esplicativo, schede di presentazione di alcuni autori, etc. a seconda della specificità di ciascuna materia. La struttura di ipertesto consente di riprendere questi approfondimenti in qualunque parte del programma e rende più ampio e fruibile quanto il Docente ha predisposto per l'allievo.
  2. Supporti didattici organizzati in schemi.
  3. Video lezioni attraverso le quali l'allievo potrà assistere a lezioni registrate (audio-video). La regia didattica associa le video lezioni ai supporti in PowerPoint.
  4. Esercizi per la verifica dell'apprendimento, collegati alle lezioni con meccanismi di autocorrezione. E' indispensabili seguirli per passare alla lezione successiva.

Tutto il materiale di cui alle lettere A, B, C, D, fa parte della cosiddetta didattica erogativa ed è più o meno vasto in ragione del numero di crediti attributo alla disciplina di riferimento.

Quando l'allievo accede alla prima lezione di una determinata disciplina, viene automaticamente iscritto ad una classe. Ogni classe è contraddistinta da una sigla seguita dall'anno in cui è avvenuta l'iscrizione alla classe.

Ogni allevo fruisce, oltre che della didattica erogativa, anche della didattica interattiva.

La didattica interattiva viene organizzata per gruppi appartenenti alla medesima classe e può prevedere:

  1. Esercitazioni guidate (sia in sincrono, che asincrono)
  2. Videoconferenze didattiche
  3. Discussioni su sollecitazioni provenienti dagli stessi allievi
  4. Commento e discussione di parti integrative dell'ipertesto
  5. Esplicitazione di nodi problematici della materia trattata
  6. Temi ripresi da FAQ
  7. Chiarimenti ed approfondimenti
  8. Interventi di valutazione formativa
  9. Altre modalità.

Nell'ambito della didattica interattiva sono anche previsti:

  1. L'accesso e la partecipazione a Blog dedicati ai temi del corso di studio
  2. La partecipazione a circuiti di richieste a supporto dell'apprendimento
  3. Interventi di feedback
  4. Simulazione di esercizi
  5. Altre modalità.

LA DURATA DEL CORSO
La durata del Corso di Laurea è di due anni per un totale di 120 crediti.

PROVA FINALE
Al termine del percorso di studi e dopo aver superato le prove d’esame, l’Universitas Mercatorum rilascia allo studente il titolo accademico che ha il medesimo valore legale di quello rilasciato dalle Università tradizionali.

L’Universitas Mercatorum promuove stage curriculari ed extracurriculari per i propri studenti e laureati. Tale opportunità viene impreziosita dalla stretta connessione tra le Camere di Commercio Italiane, in grado di individuare le aziende più conformi al proprio percorso di studio. Per ogni stage è previsto un progetto formativo su misura che individua gli obiettivi formativi e ne definisce modalità di svolgimento, nonché la durata dello stage stesso.
STAGE CURRICULARI
Gli stage curriculari sono quelli con esplicita finalità formativa, la cui durata è stabilita dal piano di studi e prevedono il riconoscimento di un numero di crediti formativi universitari (CFU).
GLI STAGE FORMATIVI E DI ORIENTAMENTO EXTRACURRICULARI
Gli stage formativi e di orientamento (o extracurriculari) sono espressamente finalizzati ad agevolare le scelte professionali dei giovani, attraverso una formazione in ambiente produttivo e una conoscenza diretta del mondo del lavoro. Tali stage sono destinati a soggetti che hanno conseguito uno dei seguenti titoli di studio entro e non oltre i 12 mesi: laurea triennale, laurea magistrale, master universitario di I e II livello, dottorato di ricerca. La durata dello stage non può superare i 6 mesi, proroghe comprese, e al partecipante deve essere riconosciuta un’indennità di partecipazione minima mensile che varia a seconda della regione sede di svolgimento dello stage.

Sono previste agevolazioni economiche per programmi particolari:

Programma Destinatari Agevolazione
CAMERE DI COMMERCIO Dipendenti, figli e coniugi dei dipendenti e dei collaboratori delle Camere e componenti dei
consigli camerali
Retta di Euro 800,00 per ogni anno del Corso di Laurea.
GIOVANI STUDENTI Giovani di età compresa tra i 18 e i 23 anni Retta di Euro 1000,00 per ogni anno del Corso di Laurea.
CONVENZIONI Tutti coloro che posseggono i requisiti di una Convenzione stipulata da Universitas Mercatorum. Retta di Euro 2000,00 per ogni anno del Corso di Laurea.
SOCIAL Disabili con invalidità superiore al 46% Retta di Euro 1500,00 per ogni anno del Corso di Laurea.
START UP PROGRAM Presentazione idea d’impresa ritenuta vincente e accompagnamento nel mondo degli investitori e delle Banche e certificazione del Business Plan Retta di Euro 2200,00 per ogni anno del Corso di Laurea.
-PARTITE IVA Titolari di Partita IVA. Retta di Euro 2000,00 per ogni anno del Corso di Laurea.
FEDELTÀ Tutti coloro che hanno conseguito la Laurea Triennale o Magistrale presso l’Università Pegaso o presso Universitas Mercatorum Retta di Euro 2000,00 per ogni anno del Corso di Laurea.
FORZE ARMATE Tutti coloro che fanno parte delle Forze Armate Retta di Euro 1700,00 per ogni anno del Corso di Laurea.
IMPRESA 4.0 Tutti i titolari, i dipendenti e i figli delle imprese iscritte alle Camere di Commercio. Retta di Euro 2000,00 per ogni anno del Corso di Laurea.
ANAMMI Retta di Euro 2000,00 per ogni anno del Corso di Laurea rateizzabili in 4 rate all'anno.
GUARDIA DI FINANZA  Tutti i dipendenti, per i coniugi e per i figli. Retta di Euro 1000,00 per ogni anno del Corso di Laurea.

MODULI UTILI

RICHIEDI INFORMAZIONI

TOP